Advertisement
 
TEA Trends Explorers Associated
TEA Tendenze About TeaAbout Tea
About TeaProdotti TEAPortfolio - I Clienti di TeaNews TEAContatti - Dove siamoJob Opportunities - Lavora con Teatea
 
   
 

TEA Cities
Istanbul
Oslo
Valencia
Capetown
Madrid
Shanghai
New York
Parigi
Francoforte
Londra
Berlino
Redazione
Newsletter

Iscriviti alla Newsletter di TEA per essere sempre informato sulle nuove tendenze.









Video

I Video di Domenico Fucigna













Network




  > Home arrow Londra




Londra  



Londra - Architettura Stampa E-mail

“LE COSE DURERANNO MENO DI NOI. OGNI GENERAZIONE DOVRA' FABBRICARSI LA SUA CITTÀ'"
(A. Sant'Elia,
L'architettura futurista, 1914)

articolo di Silvia Fucigna

Negli ultimi anni Londra ha dato carta bianca alla creatività dei grandi architetti contemporanei che hanno restituito alla città edifici di estrema bellezza, che a loro volta hanno donato lustro ai quartieri commerciali e finanziari. Insolite le strutture di alcuni, vivaci e retrò I prospetti di altri.
Una nuova area di forte espansione è la zona del “Canary Wharf”, oggi un importante centro direzionale, sviluppatosi a partire dagli anni '80 nella vecchia zona portuale the “Isle of Dogs”, una penisola nell'East End della città, compresa nell'area delle Docklands. Sempre più Canary Wharf sta diventando una destinazione per lo shopping, in particolare con l'apertura del centro commeriale “Jubilee Place” nel 2004, che ha portato il numero totale di negozi a oltre 200 e a circa mezzo milione le persone che ogni settimana fanno in questo centro commerciale I loro acquisti.



Edificio a dir poco bizzarro (e anche molto criticato per la sua forma) è il “30 St Mary Axe”, popolarmente ribattezzato “The Gherkin”, il cetriolo, in piena City. Il grattacielo coi suoi 200mt di altezza fu inaugurato nel 2004, e  per il suo design, nato dalla mano di Norman Foster & Partners, vinse il prestigioso RIBA Stirling Prize come miglior nuovo edificio con voto unanime della giuria. Straordinarie le tecnologie usate per il risparmio energetico, tanto da consentire il taglio della metà dell’energia di norma utilizzata per edifici con simili caratteristiche. Intercapedini in ogni piano con sei condotte servono come sistema di ventilazione naturale per l'intero edificio. Durante l’estate le condotte permettono di raffreddare l’edificio estraendo l’aria calda, durante l’estate, invece, lo riscaldano con un sistema di riscaldamento solare. Sempre del gruppo Norman Foster & Partners è anche un progetto inaugurato l’anno prima, nel 2003, ma come “il cetriolo” fonte di molte polemiche sia per la forma, sia a causa della poca praticita' di fruizione degli spazi interni. Sto parlando del “Greater London Authority”, la sede del sindaco di Londra.

Ultimo edificio da considerare è il “Minster”. Quest’ultimo si pone non come una struttura da visitare fisicamente, ma sensoriamente.

L'obiettivo dei designer e dei tecnici che ne hanno progettato l’interno è stata la fusione armonica fra dinamica e vibrazioni psicologiche dell'essere umano e realta' fisica degli edifici.







var uri = 'http://impit.tradedoubler.com/imp?type(img)g(861125)a(1255675)' + new String (Math.random()).substring (2, 11); document.write('');