Advertisement
 
TEA Trends Explorers Associated
TEA Tendenze About TeaAbout Tea
About TeaProdotti TEAPortfolio - I Clienti di TeaNews TEAContatti - Dove siamoJob Opportunities - Lavora con Teatea
 
   
 

TEA Cities
Istanbul
Oslo
Valencia
Capetown
Madrid
Shanghai
New York
Parigi
Francoforte
Londra
Berlino
Redazione
Newsletter

Iscriviti alla Newsletter di TEA per essere sempre informato sulle nuove tendenze.









Video

I Video di Domenico Fucigna













Network




  > Home arrow Francoforte




Francoforte  



Francoforte - Architettura Stampa E-mail

CHIAMIAMOLA MAINHATTAN

articolo di Silvia Fucigna

Francoforte sul Meno è una città ricca (non piena) di contraddizioni: tradizione e avanguardia, commercio e cultura, trambusto della metropoli e tranquillità qui coesistono felicemente. Francoforte è una città cosmopolita, un centro di servizi finanziari di prim’ordine e sede di fiere ed eventi commerciali di importanza internazionale. La città inoltre ha una scena culturale vibrant e benefici dai collegamenti di trasporto eccellenti.

Si contraddistingue anche per un altro motivo: per il considerevole numero di grattacieli in centro città.
La torre della Commerzbank, con un'altezza di 259 m, 56 piani e 121.000 metri quadrati di spazio per uffici, ospita il Centro direzionale della Commerzbank e fino al 2004 era la costruzione più alta d’Europa.

Edificio a base triangolare, con gli angoli smussati, che al suo interno accoglie i Giardini d’Inverno. Questi giardini svolgono un ruolo importante nella struttura, introducendo la luce del giorno e l'aria fresca nell'atrio centrale, che funge da a camino naturale di ventilazione per gli uffici. I giardini sono inoltre posti dove distendersi durante le pause, arricchendo così di umanità il posto di lavoro e dando, visti dall’esterno, un senso di leggerezza alla costruzione. Secondo il loro l'orientamento, piantante proviene da una di tre regioni: L'America del Nord, l'Asia o il Mediterraneo. Progetto di Norman Foster & Partners.



La torre della Commerzbank, comunque, è alta solo due metri in più della concittadina MesseTurm. Nella città si trovano inoltre il famoso edificio della IG Farben e il MAK, il Museo delle Arti Applicate, progettato da Richard Meier.

Farben è una parola tedesca che significa tintura e inizialmente la IG Farben fu appunto un conglomerato di aziende tedesche che, a partire dal 1925, producevano tinture. Ben presto però la produzione aziendale fu applicata a una chimica sempre più avanzata: fu la principale fornitrice dello Zyklon-B al governo tedesco durante la fase di sterminio e, dopo l'Olocausto, partecipò a progetti americani per la creazione di agenti chimici sempre per uso bellico. Oggi è la sede dell’Università di Francoforte.



L'architettura del MAK incornicia le esposizioni dando la possibilità di scoprire e di sorprendersi nell’osservare gli oggetti attraverso scorci differenti. Allo stesso tempo l'architettura rinvia agli oggetti, consentendo loro di generare propri ambienti e non sopraffarli. Anche se complessivamente il linguaggio e la tecnologia dell’edificio sono decisivamente moderni, la storia resta una presenza costante nel dialogo fra architettura ed il relativo contesto.



Grazie a questi giganti costruiti in pieno centro, la città Tedesca viene paragonata all’americana New York e viene chiamata Mainhattan per la sua skyline.